VIAGGIO D’INFORMAZIONE: SULLE TRACCE DI LUTERO

VIAGGIO D’INFORMAZIONE IN GERMANIA

 SULLE TRACCE DI LUTERO

LIPSIA, EISLEBEN, MANFELD, MAGDEBURGO, WITTENBERG, MEISSEN, DRESDA

dal 1° al 6 maggio 2017

 

PROGRAMMA DI MASSIMA

1° giorno: lunedì 1° maggio 2017                                                                                                                                             Lipsia

Ore 7.00 ritrovo in Largo Europa e partenza per l’aeroporto di Venezia.

Volo Air Dolomiti Venezia – Leipzig/Halle (9.55) con scalo a Monaco di Baviera (11.40) e arrivo all’aeroporto di Lipsia alle ore 12.35.  Sistemazione in albergo e pranzo a buffet.

    

Dopo il pranzo, visita guidata della città. Lipsia (Leipzig, 450.000 abitanti) si trova sulle rive del Weisser Elster, nella regione della Sassonia, di cui è, insieme a Dresda, il principale centro. In seguito all’unificazione della Germania è divenuta uno dei principali centri economici della “nuova” nazione. Situata in una posizione geografica privilegiata, la città ha assunto sempre un ruolo importante nelle vicende europee ed è stata teatro di importanti battaglie, tra cui la celebre Battaglia delle Nazioni. Oggi è un importante centro finanziario, fieristico, culturale e musicale, inoltre vanta la più prestigiosa università della ex Germania orientale.

 

2° giorno: martedì 2 maggio 2017                                                                                              Eisleben / Mansfeld

Mattinata libera dedicata alla visita individuale di Lipsia.

   

Nel pomeriggio escursione ad Eisleben, città natale di Lutero. Nel 1997 i monumenti legati a Lutero sono stati inseriti nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco: vi si trovano la casa natale di Lutero e la casa dove morì, nonché la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo che conserva il fonte battesimale di Lutero e la Chiesa di Sant’Andrea, dove egli tenne i suoi ultimi sermoni. Può sembrare strano che un uomo che viaggiò molto e le cui idee rivoluzionarono l’Europa sia morto nella stessa città in cui nacque. Eppure, come lo stesso Martin Lutero (1483-1546) ebbe a dire prima di morire qui, “Mein Vaterland war Eisleben” (Eisleben fu la mia patria) e questa ex cittadina mineraria oggi è meta soprattutto di fedeli devoti (ovunque vi giriate, la parola d’ordine è Lutero, Lutero, Lutero…)

Poco distante da Eisleben si trova Mansfeld. Questa tranquilla cittadina nella zona precollinare intorno allo Harz lasciò un segno nell’infanzia di Martin Lutero. Allora la località era un centro importante per l’estrazione del rame piritoso. Oggi Mansfeld è un punto di partenza molto noto per le escursioni alla scoperta degli ex siti dell’industria mineraria. La casa di Lutero è una delle attrazioni più importanti della città. Anche la scuola in cui il piccolo Martin imparò a leggere e scrivere è giunta intatta fino ai giorni nostri e può essere visitata. Un’altra attrazione da non perdere è l’unico ritratto a figura intera del riformatore nella St. Georgskirche, la chiesa tardogotica frequentata da Lutero.

 

3° giorno: mercoledì 3 maggio 2017                                           Magdeburgo / Wittenberg     

 

Giornata di escursione alle città legate agli inizi della Riforma protestante. Prima sosta a Magdeburg, capitale del Land Sassonia-Anhalt, famosa per il consistente patrimonio storico-artistico. I monumenti della città sono il Palazzo Imperiale di Ottone I, primo imperatore del Sacro Romano Impero, il Duomo di St. Mauritius, St. Katharina e la chiesa monastero di Unserer Lieben Frau.

 

Proseguimento per Wittenberg: già nel nome “Lutherstadt Wittenberg“, la città sottolinea la propria importanza storica.

Sede di un’importante università, ha 55.000 abitanti ed è situata sul fiume Elba. Nel ’500 divenne il centro della Riforma protestante grazie all’opera di Martin Lutero. Tutti i principali monumenti della città sono riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio culturale dell’umanità.

La città è caratterizzata dalla continua presenza di tre personaggi storici: Martin Lutero, che da qui diede inizio alla Riforma protestante, il suo collaboratore Filippo Melantone, il secondo teologo più importante del protestantesimo e il pittore rinascimentale Lucas Cranach, che visse in questa città per 43 anni, ne fu sindaco e lasciò qui numerosi dei suoi capolavori. Inutile dire che la città è fiera di questi tre personaggi: le testimonianze vengono accuratamente mantenute e presentate ai numerosi visitatori della città. Ogni anno in giugno nella città c’è la grande festa delle “Nozze di Lutero”, una delle feste polari più belle della Germania, con oltre 100.000 visitatori da tutto il mondo.


4° giorno: giovedì 4 maggio 2017                                                                                               Meissen / Dresda

   

In mattinata partenza per Dresda. Nella mattinata sosta a Meissen, famosa per la sua storia millenaria, tanto da essere definita come la culla della Sassonia. Oggi è conosciuta per il suo artigianato, in particolare per la produzione delle splendide porcellane, che si possono ammirare con una visita alla Manifattura Statale. La città si affaccia sull’Elba e si divide in due nuclei distinti. Nella città bassa, la parte storica, si trovano le tipiche abitazioni dai colori sgargianti e i tetti in mattoni rossi, rigorosamente allineate tanto da creare una simmetria perfetta.

Le strette strade acciottolate sono invase dai turisti che si soffermano nei negozi di souvenir che espongono i prodotti di porcellana, nei numerosi caffè all’aperto e nelle piazzette caratteristiche. Salendo le ripide scalinate si raggiunge invece il Burgberg, la zona alta della città dove si trovano i due monumenti principali: il castello di Albrechtsburg e il Duomo. Da qui il panorama sulla vallata dell’Elba è grandioso.

Sosta per il pranzoa Meissen nei caratteristici caffè e ristoranti tipici.

 

Arrivo a Dresda, quindi visita panoramica in pullman della città e sistemazione in albergo.

     

Dresda, la terza città dell’ex Germania dell’Est, è nota come la “Firenze dell’Elba”. Le dolci colline della Svizzera Sassone che la circondano, il bel fiume che l’attraversa e soprattutto gli innumerevoli palazzi artistici e rinascimentali del centro storico, la celebre Opera e i musei (tra i più prestigiosi d’Europa) la rendono una delle città più visitate. Purtroppo, durante la seconda guerra mondiale, Dresda è stata pesantemente bombardata e oggi la Neustadt, la città nuova è una grande area in ricostruzione. Il centro della città vecchia è l’affascinante Theaterplatz, circondata da grandi opere del passato rinascimentale e dall’Elba con il suo ponte Augustusbrucke. Davanti all’Elba si trova la terrazza di Bruhl: il balcone d’Europa, come lo definì Goethe. È un magnifico parco a picco sul fiume dal quale ammirare un favoloso e romantico panorama. Simbolo della città di Dresda è la Frauenkirche, la chiesa protestante di Nostra Signora. Distrutta durante la seconda guerra mondiale, è stata riaperta al pubblico nel 2006, dopo un lungo restauro iniziato con la riunificazione delle due Germanie. Degne di nota anche la Katholische Hofkirche, cattedrale cattolica in stile barocco italiano maestosamente restaurata dopo i danni subiti durante la guerra, e la Kreuzkirche, la chiesa della Croce, che custodisce dal XIII secolo un frammento della Vera Croce ed è un frequentato luogo di pellegrinaggio.


5° giorno: venerdì 5 maggio 2017                                                                                                              Dresda

 

Nella mattinata visita guidata a piedi nel centro storico di Dresda fino a giungere al palazzo dello Zwinger, capolavoro barocco dell’architetto Matthäus Daniel Pöppelmann, che possiede una collezione di oltre 2000 dipinti e numerosissime incisioni raccolte nelle Staatliche Kunstsammlungen Dresden (Collezioni d’Arte Statali di Dresda): Gemäldegalerie Alte Meister, Gemäldegalerie Neue Meister, Grünes Gewölbe, Kupferstichkabinett e Rüstkammer, di proprietà dello Stato di Sassonia. La Gemäldegalerie Alte Meister, uno dei più importanti musei d’Europa, conserva oltre 700 dipinti, esposti in preziose cornici d’oro antico. Le opere d’arte italiane sono esposte in sale con muri di colore rosso intenso, a differenza dei quadri fiamminghi e olandesi, circondati da uno sfondo verde.

Il resto della mattinata potrà essere dedicato a visite individuali delle pinacoteche.

Pranzo e pomeriggio liberi.

 

6° giorno: sabato 6 maggio 2017                                                                              Lipsia – Padova

 La mattinata a disposizione dei partecipanti fino alle ore 11.00, orario di partenza per l’aeroporto di Lipsia.

Alle ore 13.00 circa arrivo in aeroporto e partenza con volo Lufthansa delle ore 15.15. Scalo a Francoforte (volo ore 17.15), arrivo a Venezia alle ore 18.30 e trasferimento a Padova.


INFORMAZIONI UTILI

Iscrizioni a partire da mercoledì 15 febbraio.

Per ragioni organizzative le adesioni dovranno pervenire alla Segreteria dell’Istituto entro e non oltre il 6 marzo 2017.

Quote di partecipazione:

-          prenotazione in camera doppia (costo per persona): € 1.140,00

-          prenotazione in camera singola (costo per persona): € 1.370,00

In caso di aumento delle tariffe carburante, il costo dei biglietti aerei e di conseguenza le quote di partecipazione potrebbero subire un incremento di lieve entità

 Nota: Per partecipare bisogna associarsi all’Istituto di Cultura Italo-Tedesco. La quota per l’anno sociale 2016/17 è di € 30,00

La quota di partecipazione comprende:

-          trasferimenti in bus da Padova per l’aeroporto Marco Polo di Venezia e ritorno

-          voli a/r

-          tutti gli spostamenti in pullman gran turismo previsti nel viaggio

-          tutti i pernottamenti e le prime colazioni in hotel

-          il pranzo a buffet del giorno di arrivo a Lipsia

-          tutte le visite guidate e gli ingressi indicati nel programma

La quota non comprende:

-          pranzi e cene (eccetto: pranzo del primo giorno)

-          ingressi a musei e visite facoltative non inclusi nel programma

-          altre spese non previste dal programma

Pagamento:

-          acconto all’atto dell’iscrizione di € 600 + quota associativa € 30 (se non già iscritti) + assicurazione annullamento viaggio (se richiesta)

-          saldo entro il 6 marzo 2017

Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa):

-          in camera doppia (costo per persona): € 51,30

-          in camera singola (costo per persona): € 61,70

Posti in pullman: L’assegnazione dei posti in pullman avverrà secondo l’ordine cronologico di iscrizione

Documenti: Carta d’Identità valida per l’espatrio, tessera sanitaria europea

Nota: per motivi organizzativi il programma potrebbe subire modifiche o integrazioni.